Generazioni Multitasking

E poi dicono la tecnologia…Qualche mese fa in Alaska un impiegato degli uffici amministrativi del governo ha pigiato un tasto sbagliando nel suo bel pc e ha distrutto dati per 38 miliardi di dollari. Ripeto la cifra. Trentotto miliardi di dollari. Non sono mica pochi. Per guadagnarli uno come Corona deve fotografare i culi di: Bush, Putin e Bin Laden, più Bill Gates che usa il Macintosh, Berlusconi che canta "bandiera rossa", Emilio Fede che al ristorante bacia Cecchi Paone mentre Sgarbi suona la chitarra vestito da Apicella. Comunque lui ha schiacciato cancel e ciao. E poi dicono che la tecnologia semplifica la vita…Certo. Ce la semplifica perchè la vita è fatta di tanti sentimenti complicati che si mescolano tra loro invece quando sei al computer ne hai uno solo: l’odio. Un sentimento quasi solido. Anche l’amore è stato reso a un insieme di bit digitali che transitano sui cavi elettrici alla velocità della luce. Per esempio le mail hanno sostituito la carta. Quante parole d’amore contiene una lettera? Milleottocento, duemila ogni pagina di computer. E quante ne abbiamo spedite in questi giorni, in questi mesi, in questi anni, rubando ore di sonno o minuti di studio o di ufficio…Lettere che da schermo a schermo corrono fulminee lungo i cavi informatici. Viaggiano per pochi metri o qualche migliaio di chilometri. Storie d’amore meravigliose o piccoli sentimenti di rimbalzo. Cose tutte importanti, certo, ma soprattutto consumate in fretta tra i tasti di un computer e su una pagina retroilluminata di lettura, con il correttore automatico a segnare gli errori e un "salva con nome" per archiviarle. Archivi labili, quelli informatici: hanno cuori e anime senza occhi e voce e memorie al tungsteno nascoste nell’hard disk. Le nostre parole d’amore destinate a perdersi. Arriverà prima o poi un cambiamento di tensione in volt o la necessità di modernizzare l’impianto sostituendo il computer, a cancellarle per sempre. Così come i milioni di sms, di tre lettere o di tre pagine che si conservano per poco e poi si tagliano per lasciare libere le memorie dei telefonini o perchè il cellulare è vecchio e "muore" bruciando tutti i suoi contenuti, o perchè l’amore è finito e per rabbia o per difesa basta andare in "elimina messaggio" e premere un tasto. Le parole d’amore che non si perdono sono quelle scritte a mano con carta e penna che una volta si conservavano in fondo agli armadi, nelle scatole delle scarpe o dei biscotti. I nostri padri e le nostre madri conoscevano solo quel modo per dire "ti amo". E se lo rileggevano a distanza di trent’anni, magari. Per commuoversi o per incavolarsi ma comunque per provare qualcosa di meglio dell’oblio. Il progresso. Già. Ci ha migliorato la vita. Comunicare i sentimenti è oggi possibile "in diretta", con la webcam, anche se si è partiti per il Congo. Se ci si cerca ci si può trovare a tutte le ore, per telefono e in fretta. O mandarsi una fotografia. Le nostre parole d’amore hanno subito accelerazioni impensabili, tanto veloci che a volte non abbiamo neppure il tempo per meditarle. Un giorno, quando tutto si calmerà e gli uomini torneranno a vivere di occhi, di voci, di mani, di cuori (dubito fortemente), di scritte indelebili e sogni che durano una notte intera, milioni di scatole da scarpe, con tanto di nastro di raso, ci riporteranno le parole scritte in fretta pigiando i tasti minuscoli delle nostre frenesie. Se ne staranno al buio, in fondo ai nostri armadi. Tanto prima o poi le troviamo…

Annunci

Commenti su: "Generazioni Multitasking" (3)

  1. Erikaaaa ha detto:

    *_______* Giusto..

  2. peppe ha detto:

    Ciao Roby purtroppo è cosi!!!la Tecnologia ha portato a grossi vantaggi e anche a grossi svantaggi…ormai con il computer si riesce a fare di tutto e appunto sono anke utili sul lavoro, ma proprio xke il computer riesce a fare di tutto priva a noi esseri umani di esprimere di PERSONA i nostri sentimenti alla persona ke si ama o ke si vuole bene! La nuova tecnologia ha fatto in modo di dare meno valore ai SENTIMENTI!! Questa è la conseguenza!!!Ripeto: sono anke daccordo ke ha portato a dei vantaggi la tecnologia ma ha portato un grosso svantaggio al LATO UMANO, ai SENTIMENTI!!! MA DOVE SONO ANDATI A FINIRE??? CHE VALORE GLI DIAMO ADESSO RISPETTO AGLI ANNI 30??
    negli anni 30 si aveva paura di dire Ti Amo ad una persona perche poteva essere una parola trp grossa da usare invece adesso le parole Ti Amo le senti pronunciare da tutti svalutandole e rendendole comuni (Esempio negli SMS con scritto TADB = Ti amo di bene, cosa che non esiste neanke a Napoli) So solo che la gente ormai non puo piu cambiare o forse puo cambiare con gli anni perche oggi la maggioranza è cosi: SENZA SENTIMENTI!!!Roby purtroppo dobbiamo fare le doppie facce e pensare a divertirci finke possiamo!!!!!!!o x meglio dire: FINCHE RESTIAMO IN QUESTO PAESE DI MERDAAAAAA!!!!! sai dove trovarmi!!!
    Ciao Roby TVB

  3. SIRIUS ha detto:

    Una cosa è sicura Peppe… Può solo peggiorare… E\’ inutile illudersi, basta vedere la realtà. E si vede. Si sta peggiorando sempre di più e non può far altro che peggiorare… Quindi … E\’ troppo difficile affrontare la vita da soli perciò lo fa il pc o il cellulare per noi :)Certo che è proprio un bel futuro. Avremo delle belle aspettative. Non si può fare nemmeno un progetto perchè il terreno del domani è troppo incerto. Bello davvero. Questo è il futuro che volevamo tutti alla fine tanto… 100% Tecnologia 0% Valori UmaniUno scontro sempre più "acceso". Ma tanto sapremo come andrà a finire 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: