Ti Amo

Due parole che al giorno d’oggi non hanno più nessun significato. L’amore, un argomento di cui non si parla quasi più. Molte persone dopo alcune esperienza negative affermano che esso faccia solo soffrire (me incluso), altre invece pensano che l’amore sia la cosa più bella mai capitata nella vita. Comunque io sono convinto che poche persone al mondo sappiano cosa vuol dire veramente amare. Quasi tutti i cantanti più famosi, soprattutto cantautori, hanno composto pezzi sull’amore, provando anche a darne una certa definizione. La definizione che lo definisce meglio nel contesto odierno, è Samuele Bersani: “apparecchio momentaneo infilato sotto al petto” (dal pezzo <Che vita> anno 2002). Il dizionario lo definisce nel seguente modo: “affetto vivo, desiderio ardente nei confronti di una persona o di una cosa”. Io mi soffermerei sulla prima parte della definizione: affetto vivo. Cosa vuol dire affetto? Credo che pochissime persone sappiano enunciare a parole l’effettivo significato. Ora vi spiego: avere affetto nei confronti di una persona significa accettarla per quello che essa è, capirla e nello stesso tempo essere capiti da essa, talvolta amarla anche se è lontana, sentirla vicina col proprio cuore, aspettarla tutto il tempo necessario. Oggigiorno, invece, tra i giovani si usano parole che hanno perso il loro significato. Essendo quasi sempre a contatto con ragazzini, sento spesso le parole “ti amo”, ed ancora più spesso le vedo scritte su dei foglietti. In questo caso le parole prima citate, assumono un significato assolutamente simbolico e superficiale tra i due ragazzini, sia per l’ignoranza, sia perché ormai lo sentono dire talmente tante volte che sono diventate parole di uso quotidiano. Ma quando parliamo dei ragazzi a partire dai 14/15 anni, il discorso dovrebbe cambiare, ma effettivamente mi trovo nella situazione da poter affermare che le cose non sono così. Anche salendo con l’età, le persone sono prese dalle varie soap opera, film e quanto altro ci sia di simile, dove vi sono storie inverosimili, in cui due “fidanzati” usano le due FATIDICHE parole come se non ne conoscessero il significato. Per esempio mi è capitato varie volte di vedere un telefilm, dove i due ragazzi, la stessa sera che si sono conosciuti, si sono ripetuti più volte “ti amo”. Posso anche credere nei colpi di fulmine, ma in questo caso esageriamo. Questo è il periodo anche delle catene via sms. Non immaginate nemmeno quante me ne arrivano…di tutti i tipi chiaramente. Ma le più assurde e ripeto ASSURDE, sono quelle sull’amore. Certe dicono che se inoltri il messaggio ad un certo numero di persone, entro una certa ora, l’indomani la persona amata ti dirà “ti amo”, oppure se mandi l’sms sempre ad un numero preciso di persone, la persona amata ti farà una sorpresa, altri ancora che sempre seguendo il rituale di diffusione a catena, permettono di farti vivere per sempre con la persona che ami. Io fino a poco tempo fa non le consideravo, ma ora sto iniziando seriamente a preoccuparmi. Vi chiedete perché ? Ora ve lo spiego cari lettori. Perché un altissimo numero di persone spende un mucchio di soldi, o comunque sprecano molto tempo a fare queste catene che infine non risolvono in nessun modo i problemi come la gelosia, la paura e quanto altro. Per favore, sfatiamo questo modo per far arricchire le grandi aziende telefoniche e guardiamo in faccia la realtà: degli sms possono influire sulla nostra vita ?!? Comunque tornando a noi, non usate le due parole più importanti del mondo come se fossero contenute in un “Topolino” ( il giornalino, non l’animaletto), ma ragionateci sopra, usatele con saggezza, con cura e con razionalità. E non pensate a quelle persone che dicono “ti amo” tanto per parlare, non pensate a quello che dicono gli altri se siete giovani o meno. Dio ci ha donati di un cervello e di un cuore. Il cervello usatelo nel migliore dei modi…Il cuore purtroppo non si può comandare quindi cari lettori seguite quello che vi dice il vostro cuore. Pensate un po’ al Medioevo e provate ad immaginare una dama a cui veniva detto “ti amo”. Immaginate la sua estrema felicità e gioia. Questo perché il “ti amo” era usato solo nei casi più significativi. Torniamo a quei tempi…diamo alle parole il loro reale significato. E fidatevi che sentirselo dire dalla persona giusta, è un’emozione pazzesca, inspiegabile a parole…

Annunci

Commenti su: "Ti Amo" (3)

  1. SIRIUS ha detto:

    we Roby hai aggiornato il blog ? Complimenti vedo che l\’hai reso + bello de prima…nn solo con la tua solita poetica…carino il sandbox…Immagino che tu l\’abbia fatto in HTML …ciauz

  2. Antonio ha detto:

    ho desiderato trovare una persona simile a me…profonda ….sensibile, fragile.folle,,,,,comprensiva,,,,,,,probabilmente è una forma egoistica ma credere che tutto vada benesolo perchè s AMA nn è giusto. vivi giorno per giorno con lei…….. mattina e sera pensando al vostro amore…poi pian piano t rendi conto che tutto quello che fai per renderla felice..è ben poco ricambiato, vieni colpito…t fai male, …affondi in meandri lugubri e immensi ….. Sarebbe bello aver accanto una persona che sia PROFONDA SENSIBILE almeno quanto te..dentro…nn oltre………..dove razionalmente nn vieni scalfito da nulla ……………………..vorrei esser povero e basso…….nn esisterebbero pensieri inutili e continui….tutto normale, giusto e semplicemente uguale nella profondità dell\’animo…..

  3. Alexis ha detto:

    grazie bellissime parole…stupende…ti ringrazio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: